La rosa nera (romanzo)

Ed. Marietti (1990)

Trama
Genova, una pigra mattina d'agosto alla fine degli anni '90.
Nei locali della Prefettura il Direttore del Teatro Stabile, convocato d'urgenza, apprende un'inquietante notizia: un giovane attore è stato arrestato sotto l'accusa di sovversione.
E' l'inizio dello scontro tra un potere enigmatico quanto spietato e il mondo del teatro genovese, che diventa al'improvviso baluardo di quelle istanze di libertà e cultura che è sempre più difficile difendere. Un thriller dai ritmi avvincenti, un messaggio di ribellione morale che cela inquietanti interrogativi.
 

Brevi estratti del testo
Lo colpì, dolorosa, la percezione definita dell'inganno: un meccanismo ineccepibile, sempre che il presupposto sopra il quale si fondava corrispondesse ai loro calcoli.

Essere vittima incolpevole gli conferì, se non altro, un ruolo nobile, di estrema dignità. Lo metteva all'antitesi dell'ingiustizia.