Politeama Genovese

Via Bacicalupo 2
GENOVA
tel. 0108393589

 

Il nuovo grande teatro che ora porta questo nome sorse nel 1826 in un luogo di pubblico divertimento genovese.
Inizialmente in questa zona a fianco di piazza Corvetto, in un'area ancora fuori dal centro abitato, si trovavano le "montagne russe" con un piccolo teatro di legno.
Nel 1832 viene eretto il Teatro Diurno un grande anfiteatro adatto ad ogni genere di attività, dallo spettacolo circense alla prosa fino alla lirica. Il Diurno viene sostituito nel 1871 dal Politeama Genovese, in stile neo classico ma ancora privo di copertura, ideato dall'architetto Nicolò Bruno. Il tetto arriverà solo alla fine del secolo, dopo due importanti interventi di restrutturazione - nel 1874 e nel 1895 - eseguiti sempre dallo stesso architetto. Il sipario del teatro è dipinto da Giovanni Quinzio e rappresenta "Il trionfo della pace".
Dopo decenni impegnati con il teatro, la musica e l'arte varia, il teatro nel 1922 diventa quasi stabilmente un cinema. Nel 1932 viene nuovamente ristrutturato a cura dell'architetto Mario Labò. Nel 1942 il Politeama Genovese viene distrutto da un bombardamento aereo.
La ricostruzione avviene nel 1955 su disegni dell'architetto Dante Datta. I posti a sedere sono circa 1200, compresi quelli dei palchetti. Dopo aver ospitato per molte stagioni gli spettacoli allestiti dal teatro Stabile di Genova, nel 1994 il Politeama genovese è passato sotto una gestione privata che lo ha affermato per una programmazione ad alto livello nel varietà.